I Ferrara Oldnuts vincono la Serie B, Carbonassi ed Empoli agli spareggi

16 Aprile 2014

L’ultimo fine settimana a Perugia si è giocato l’atto finale della Serie B 2013-2014, ed i verdetti sono stati in un certo senso sorprendenti. I favoriti Caronno Sharks (14 vittorie su 14 partite nel girone Nord-Ovest) sono rimasti addirittura fuori dal podio, a vantaggio delle prime tre forze del girone Est-Centro-Sud. Gli Oldnuts hanno mostrato segni di cedimento soltanto nella prima parte della loro semifinale, mentre i Carbonassi di Concordia Sagittaria, trascinati da un fantastico Francesco Puppo, hanno dovuto cedere solo in finale ai ferraresi. Grandissimi playoff per Empoli, che fino all’ultima giornata di campionato non aveva nemmeno la sicurezza matematica di esserci. I toscani hanno prima eliminato i temibili Torinoceronti, e poi dopo aver perso con i veneti, hanno soffiato la terza piazza ai caronnesi.

Il primo quarto di finale ha visto la sfida tra Julia Carbonassi e Romagna Tchoukball, qualificatosi in maniera rocambolesca all’ultimo minuto. Partita tra due squadre storicamente legate tra loro, una proveniente dal girone Est, l’altra dal neonato girone Centro-Sud. I Romagnoli hanno espresso un buon gioco, mantenendo viva la partita fino alla fine, e perdendo solo di 10 (62:52) punti. Ottima la prestazione di Andrea Angeloni, uomo di punta del suo team. Successivamente la formazione torinese e quella empolese hanno dato vita a una splendida partita. Partono col botto i Torinoceronti, ma i White Wallers non stanno a guardare e la partita diventa punto a punto. Nel secondo tempo i piemontesi concedono troppi errori agli avversari, che vincono 55:51. È la prima volta su quattro partecipazioni (su quattro playoff di serie B) che i Torinoceronti si fermano nel tabellone ai quarti di finale. Senza storia il match tra Caronno Sharks e Ferrara Wildnuts. I lombardi chiudono la prima frazione a +12, e i ferraresi non riescono mai a reagire, penalizzati anche dall’assenza del bomber Luca Andreotti. Termina 67:49. Mai in discussione nemmeno l’ultimo incontro del sabato, tra Ferrara Oldnuts e Castellanza Shogun. Netta la differenza di età e di esperienza, ma a Castellanza possono essere fieri per il bel gioco espresso nonostante il risultato finale dica 61:42 per gli emiliani.

La domenica la post-season entra nel vivo. Alle 9 di mattina, nonostante un infortunio il capitano del Romagna Tchoukball Massimiliano Gipponi è presente nella semifinale per il 5° posto con i Torinoceronti, che però si confermano superiori agli avversari. Finisce 65:42. Ferrara Wildnuts fermi a 49 anche con Castellanza, che riesce ad avere la meglio almeno su una compagine ferrarese, e stacca il pass per la finale 5°/6° posto con 61 punti a referto. La prima della semifinali per la Serie A è un assolo dei Carbonassi e del suo uomo di maggior spessore tecnico, ovvero Francesco Puppo, che difende praticamente tutti i tentativi dei toscani che devono cedere 51:72 ai veneti, semplicemente formidabili anche in fase offensiva. L’ultima semifinale  tra Caronno e Oldnuts regala forse la vera sorpresa della due giorni: gli Sharks dominano il primo tempo chiudendo sul +11, ma spreca tutto il vantaggio nel secondo, dando la possibilità ai ferraresi di rimontare. Nel terzo tempo gli Oldnuts difendono da manuale e gli Sharks iniziano a sbagliare qualcosa di troppo. Finisce 58:62 per il team di Andrea Fergnani una splendida partita.

La prima delle finali è valida per il settimo posto e vede i Wildnuts finalmente sbloccarsi da quota 49 e battere 62:57 la compagine romagnola, che nonostante l’ottava piazza ha fatto vedere grandissime cose durante la due giorni. Il quinto posto invece è conteso tra Torinoceronti e Castellanza Shogun. Partono benissimo i lombardi, ma i piemontesi sembrano rinati rispetto la prova incolore del giorno primo, e nonostante qualche problema fisico per Daniele Bosca, riescono ad avere la meglio al suono dell’ultima sirena. Termina 60:48.

Mai certa e bellissima è la finale per il 3° posto, fondamentale visto che regala il pass per lo spareggio con l’ottava della Serie A. I White Wallers sanno di dover essere determinati per avere ancora speranze di accesso alla serie A. Caronno, stupendo i presenti, inizia con il tridente delle meraviglie Kovi-Muraro-Garbelli in panchina, per dare a tutti la possibilità di giocare. Nel primo periodo Empoli si porta avanti, anche di 10 punti; mentre nel secondo tempo entrano le prime linee caronnesi e la partita cambia volto, diventando quanto mai incerta fino a pochi secondi dalla fine: gli Sharks regalano e sbagliano la rimessa ed Empoli segna il punto decisivo per il 66:64 finale.

La finalissima risulta meno in discussione. Gli Julia Carbonassi sembrano ormai senza energie, comprensibilmente visto il grande sforzo durante la semifinale. Ferrara ne fa tesoro e vince senza problemi, e con Andrea Fergnani in panchina ci pensa la sorella Irene a vestire i panni del bomber. Il match si chiude 59:48 e consacra i Ferrara Oldnuts campioni della Serie B 2013-2014

Ecco la classifica finale:

1º Ferrara Oldnuts – promozione diretta
2º Julia Carbonassi – playout con i Saronno Pollux
3º White Wallers Empoli – playout con i Rovello Seran
4º Caronno Sharks
5º Torinoceronti Tb
6º Castellanza Shogun
7º Ferrara Wildnuts
8º Romagna Caveja